Principio cosmologico

Home ] Gli strumenti dell'astronomia ] Relatività generale ] Big Bang ] Teoria dell'Universo inflazionario ] Stelle ] Ammassi ] Nebulose ] Via lattea e galassie ] [ Principio cosmologico ] Universo finito e infinito ] Densità critica e materia oscura ] Crisi del modello della materia oscura ] Crediti ]

Ritorno alla pagina: "Materiale prodotto dall'Istituto"

Universo omogeneo
Legge di Hubble
Curvatura dello spazio

 

 

 

Per studiare l’universo nel suo insieme occorre usare un modello che descriva a grandi linee la sua struttura cosmica; per semplicità si può pensare che la distribuzione delle masse nell’universo sia quella di un gas uniforme di densità costante. La materia nell’universo è concentrata nelle stelle che a loro volta sono raggruppate in galassie ma facendo una media su regioni molto grandi, ciò che si ottiene si può considerare un gas o polvere di densità uniforme, costante e indipendente dalla direzione d’osservazione.

Il principio cosmologico afferma che ogni punto nell’universo equivale ad ogni altro e non ci sono nel cosmo aree o direzioni privilegiate; quest’enunciato è alla base di tutti i modelli.

 

Home ] Gli strumenti dell'astronomia ] Relatività generale ] Big Bang ] Teoria dell'Universo inflazionario ] Stelle ] Ammassi ] Nebulose ] Via lattea e galassie ] [ Principio cosmologico ] Universo finito e infinito ] Densità critica e materia oscura ] Crisi del modello della materia oscura ] Crediti ]