Onde gravitazionali

Home ] Su ] L'eterna inflazione di Linde e Guth ] Ultime considerazioni sul modello inflazionario ] Universo postinflazionario ] [ Onde gravitazionali ] Supergravità e unificazione delle leggi della Fisica ] Cartteristiche della Supergravità ]

Ritorno alla pagina: "Materiale prodotto dall'Istituto"

 

 

 

La dimostrazione inequivocabile della teoria dell’inflazione sarebbe l’os-servazione di onde gravitazionali inflazionarie; nel 1918 A. Eintein ipotizzò l’esistenza delle onde gravitazionali come conseguenza della teoria delle relatività generale.

Esse sono analoghe alle onde elettromagnetiche, le quali sono perturbazioni in movimento di un campo gravitazionale e possono trasportare informazioni ed energia dalle loro sorgenti. Ciò che le contraddistingue dalle altre radiazioni è che possono propagarsi senza impedimenti anche attraverso mezzi che assorbono tutte le forme di radiazione elettromagnetica. Questa onde dovrebbero consentire l’osservazione di fenomeni astronomici che non possono essere visti direttamente.

Le onde gravitazionali non sono mai state individuate direttamente ma i dati dimostrano che coppie di oggetti estremamente densi come le stelle di neutroni o buchi neri generano onde gravitazionali mentre cadono l’uno verso l’altro. La teoria inflazionaria prevede che l’espansione dell’universo immediatamente successivo al Big Bang debba aver prodotto onde gravitazionali. Se la teoria è corretta, queste onde avrebbero generato echi in tutto l’universo primordiale e avrebbero lasciato lievi ondulazioni nelle radiazione di fondo, anomalie che oggi possono essere osservate

 

Home ] Su ] L'eterna inflazione di Linde e Guth ] Ultime considerazioni sul modello inflazionario ] Universo postinflazionario ] [ Onde gravitazionali ] Supergravità e unificazione delle leggi della Fisica ] Cartteristiche della Supergravità ]