Il simbolismo comune

Simbologia

 

Il fuoco

 

Nel Antico testamento

 

Nel Nuovo testamento

 

 

 

Esprime la presenza della divinità, invisibile, ma forte, incontrollabile, purificatrice, punitiva.

Nella Bibbia, l’immagine del fuoco viene utilizzata per parlare della forza dell’amore:

Forte come la morte è l’amore,

tenace come gli inferi è la passione:

le sue vampe son vampe di fuoco,

una fiamma del Signore! (Ct. 8,6)

Designa sentimenti umani, soprattutto quelli forti: amore, odio, entusiasmo, fanatismo, ecc.

Simboleggia il calore familiare: la fiamma che crepita nel camino illumina la vita, caccia il freddo nelle notti invernali, dà gioia e sensazione di benessere.

Rappresenta il centro espressivo di una festa: i falò di San Giovanni attirano l’attenzione e parlano della gioia festosa e dell’amore.

Nell’apocrifo di San Tommaso leggiamo una frase attribuita a Gesù

"Gesù ha detto: chi sta vicino a me sta vicino al fuoco e chi sta lontano da me sta lontano dal Regno"

Nel Catechismo della Chiesa Cattolica, n.696, il fuoco simboleggia l’energia trasformante degli atti dello Spirito Santo.